FOSSBYTES TECH SIMPLIFIED LOGO

UNt il Tokyo Motor Show in corso in Giappone, la prima auto elettrica Mazda, la MX-30 è stato rivelato. È un SUV elettrico, alto non più di 5 piedi e presenta porte in stile Rolls Royce.

La portiera del conducente può aprirsi con un angolo di 82 gradi, mentre le porte posteriori possono aprirsi di 80 gradi. Nel segmento dei SUV elettrici, la Tesla Model X è un veicolo elettrico che presenta un design delle porte unico. Le porte Model X sono giustamente chiamate ali Falcon poiché si aprono verso l’alto in modo simile a una Mercedes SLS-AMG.

Secondo Mazda, il suo design unico delle porte consente di caricare e scaricare più facilmente il carico insieme a un facile accesso a passeggini e sedie a rotelle.

Una cosa davvero interessante di Mazda MX-30 è l’inclusione di un motore rotativo che estende la gamma, di cui parleremo tra un minuto.

Ma una porta d’ingresso unica e un motore ICE saranno sufficienti per portare i clienti all’interno dell’auto e, si spera, acquistarne uno? Diamo un’occhiata agli interni dell’auto elettrica Mazda MX-30 e decidiamo da soli.

Specifiche, caratteristiche, prezzo e data di lancio dell’auto elettrica Mazda

Mazda MX-30 Lancio dell'auto elettrica

La Mazda MX-30 è nata come un concetto di e-TPV. Aveva un pacco batterie da 30-40 kWh accoppiato con un motore rotativo compatto. Lo stesso è stato tradotto anche nella versione di produzione dell’MX-30.

A causa del piccolo pacco batteria, il peso dell’MX-30 elettrico è molto inferiore a quello di un Tesla Model 3. Il motore rotativo per natura è compatto ed efficiente, e quindi in grado di aiutare ulteriormente con la riduzione del peso.

La Mazda MX-30 è inoltre dotata del “G-Vectoring Control Plus” che aiuta l’auto a migliorare la sua manovrabilità in curva. Entrando in curva, la Mazda MX-30 sposta il suo peso in avanti e lo sposta dietro mentre lascia l’angolo.

Lo stile generale della MX-30 è abbastanza simile alla famosa auto sportiva RX-8. Principalmente i fari, il cofano anteriore e le luci posteriori sembrano simili alla RX-8.

L’auto elettrica Mazda MX-30 avrà una batteria agli ioni di litio da 35,5 kWh e un motore rotativo che funzionerà come un range extender. Chiunque abbia mai sentito parlare del nome Mazda, nella vita reale, nei film o nei videogiochi, sa che l’azienda è famosa per la produzione di motori rotativi compatti ed efficienti.

Lo stesso motore è presente in alcune delle loro auto iconiche, tra cui l’RX-7 e l’RX-8. L’ultimo motore rotativo o Wankel, come vengono chiamati, realizzato da Mazda, è stato utilizzato da un RX-8 del 2012 introdotto in Nord America.

Maxda MX-30 Specifiche dell'auto elettrica

Parlando degli interni dell’auto, la console sembra abbastanza semplice. La console è costituita da un touch screen che si trova sopra un cambio automatico. Diverse nuove auto elettriche al giorno d’oggi stanno passando a un sistema operativo Android completo per l’infotainment in auto. Non si sa però che Mazda faccia lo stesso.

Non ci sono parole sul prezzo o sull’autonomia dell’auto elettrica Mazda MX-30, ma il pacco batterie da 35,5 kWh sembra abbastanza buono per circa 200 km di autonomia. Per fare un confronto, Hyundai Kona con una batteria da 39 kWh offre 258 km di autonomia.

Inutile dire che questa gran parte dell’autonomia della batteria sarà sufficiente per la guida quotidiana e per i viaggi interurbani, il motore rotativo prenderà invece il sopravvento.

Il motore elettrico è situato all’interno del cofano dell’auto e si trova sull’asse anteriore. La presa di ricarica AC/DC è presente sul retro dell’auto. L’MX-30 verrà fornito con la ricarica rapida abilitata ma non ci sono parole sulla velocità di ricarica.

Sarai in grado di collegare l’MX-30 a casa tua per la ricarica durante la notte oppure puoi utilizzare il motore rotativo che alimenterà la batteria mentre ti muovi in ​​avanti.

La Mazda MX-30 verrà lanciata nella seconda metà del 2020.

Dovresti acquistare un’auto elettrica Mazda MX-30?

Svelata l'auto elettrica Mazda MX-30

Mazda sta portando questo veicolo elettrico in una direzione quasi simile a Tesla. Lo scopo di Mazda qui, credo, è quello di portare il maggior numero possibile di veicoli ICE puri fuori strada. Questa strategia è simile a quella di Tesla ma con una differenza principale. Elon Musk, CEO di Tesla, vuole sostituire ICE con veicoli completamente elettrici a batteria e nient’altro, mentre Mazda è leggermente indulgente con questo approccio.

Mazda cerca di fornire un veicolo più accessibile per le teste di benzina hard-core. L’MX-30 EV può essere guidato in modalità elettrica durante la guida all’interno della città, per cui è sufficiente un’autonomia di 200 km, e può essere attivato utilizzando il motore rotativo durante un lungo tour.

Il problema più grande per un proprietario di ICE quando si passa a un veicolo elettrico è l’ansia da autonomia e Mazda MX-30 elimina facilmente questo problema indipendentemente da dove si sceglie di guidarlo.

Per quanto riguarda le emissioni, il motore rotativo inquinerà più della batteria elettrica, ma la maggior parte della guida quotidiana viene svolta in città e Mazda MX-30 aiuta a ridurre tali emissioni fornendo facilità d’uso durante i lunghi viaggi. In questo modo ridurrai le tue emissioni dell’80%.

Se non vuoi rilasciare alcuna forma di emissioni di gas serra, allora andare con una Tesla o qualsiasi altro veicolo elettrico a lungo raggio ti farà bene.

Tuttavia, Mazda MX-30 è una fantastica auto elettrica in arrivo che aiuterà a rimuovere dalla strada migliaia di veicoli convenzionali.

Leggi anche: Questo pick-up elettrico costa meno della metà di Tesla Model 3

This post is also available in: Tedesco Vietnamita Italiano Indonesiano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here